Anguillara

L’antica villa romana chiamata ‘Angularia’, posizionata nel punto in cui la costa del lago crea un angolo retto, ha donato il nome di Anguillara alla città.

Come Arrivare ad Anguillara Sabazia

In Treno

Per arrivare ad Anguillara Sabazia esiste una stazione ferroviaria nella zona urbana di Anguillara. La fermata di Anguillara si trova sulla linea Roma ostiense-Viterbo Porta Fiorentina.

Dalla stazione esistono delle navette locali che la collegano al centro storico percorrendo la strada principale di Anguillara (via anguillarese) fino al lungo lago. Alcune navette arrivano anche alla zona lacustre di Vigna di Valle.

In Autobus

Esistono inoltre la linea Cotral che collega Anguillara alle varie cittadine intorno al lago come Bracciano e Trevignano.

In Macchina

Per raggiungere Anguillara in macchina dal Grande Raccordo Anulare dovete prendere l’uscita Cassia Bis direzione Viterbo da percorrere fino all’uscita per Cesano. In seguito svoltare a destra sulla via Anguillarese.

Edifici e Monumenti di Anguillara

Anguillara ospita molti edifici e monumenti di importante rilevanza storica, come la Chiesa di San Biagio, chiesa del patrono della città, che sorge nel centro della città vecchia, o come il Palazzo Orsini, attuale sede comunale, che al suo interno racchiude affreschi prodotti dalla scuola di Raffaello. O ancora la Chiesa di San Francesco, adornata da raffigurazioni curate dal pittore Velandi.

Potrete inoltre ammirare il complesso architettonico romano delle Mura di Santo Stefano, un importante reperto storico che accresce il fascino di Anguillara Sabazia., o l’affascinante edificio chiamato  Villa Claudia. Per chi vuole riposarsi in un ambiente rilassante e immerso in un’atmosfera naturale potete raggiungere il vicino Lago di Martignano, a soli 5 minuti di distanza.

Per tutti gli Anguillarini, nati da famiglia anguillarina, e Anguillaresi, venuti ad Anguillara in seguito, risulta molto affascinante passeggiare nel centro storico, dove si possono notare abitazione di epoca romana e viste mozzafiato sul Lago di Bracciano. Scendendo dal promontorio dove si estende la città si giunge direttamente sul lago di origine vulcanica, originariamente chiamato Lago Sabatino, da cui deriva il nome completo di Anguillara Sabazia.

La piazza del Molo

La piazza principale di Anguillara è chiamata Piazza del Molo ed oltre ad accogliere bar e ristoranti vista lago, accoglie anche gran parte della vita notturna anguillarina, infatti ragazzi e ragazze, soprattutto in estate, passano il tempo in qualche locale nelle vicinanze o camminando lungolago, percorso chiamato dagli abitanti ‘Passeggiata’.

La piazza del Molo è stata rinnovata nel 2009 per renderla più spaziosa e creare una pedonalizzazione di parte della piazza stessa che possa offrire una passeggiata rilassante con vista panoramica a chiunque volesse.

Le Bellezze Naturali di Anguillara

La città è circondata da natura e aree lacustri che offrono meravigliose opportunità di sport e relax, come i club di vela che costeggiano il lago o gli stabilimenti presenti sulla spiaggia dove è possibile rilassarsi un po’. Se volete visitare Anguillara e i dintorni del lago di Bracciano, avete la possibilità di ammirare il paesaggio naturalistico a bordo della Motonave Sabazia II, presente nella città ormai da circa cinquant’anni. Con un tragitto di circa due ore potrete vedere i tre paesi che si affacciano sul lago.

La storia di Anguillara Sabazia

Varie famiglie si succedettero come sovrani di questo paese, tra i quali possiamo ricordare i primi, gli Anguillara, che tennero il potere fino al 1492, quando vendettero la città ai proprietari della vicina Bracciano, gli Orsini.

Tuttavia la famiglia degli Orsini finì per essere soffocata da pesanti debiti e fu costretta a vendere Trevignano e Anguillara alla famiglia Grillo e Bracciano alla famiglia degli Odescalchi. Una curiosità sulla famiglia degli Anguillara li vede protagonisti di un racconto dove il primo di questa famiglia, Raimone, riuscì a sconfiggere un drago che minacciava quelle terre.

Per ringraziarlo il papa gli donò le terre da lui salvate. Nelle successive versioni si è ipotizzato che questo drago potesse essere solo sinonimo di una banda di malviventi che spaventava gli abitanti e che successivamente fu sconfitta. Le ultime notizie sui sovrani che tenettero Anguillara sotto il loro potere è degli Eboli, di origine napoletana. Molto importante per il paese è stato il ritrovamento di  un villaggio neolitico nei pressi de ‘’La Marmotta’’ che ci fa capire come questa città abbia davvero una lunga e interessante storia.