Bracciano

Anche se la zona è stata abitata fin dall’antichità grazie alla pescabilità delle acque ed il clima mite per la maggior parte dell’anno, la storia vera e propria del paese che è strettamente legata a quella del Castello di Bracciano e della famiglia Orsini e successivamente Odescalchi.

Come Arrivare a Bracciano

In Treno

Con il treno si può facilmente raggiungere il paese partendo da Roma o da Viterbo, collegate dalla linea ferroviaria FR3 della quale Bracciano rappresenta una delle fermate intermedie, interposta tra Anguillara Sabazia dalla parte di Roma e Manziana da quella di Viterbo.

In Autobus

Con gli autobus il paese si raggiunge attraverso una delle linee della compagnia Cotral che collega il paese a quelli limitrofi, tra cui: Allumiere, Anguillara Sabazia, Barbarano Romano, Blera, Canale Monterano, Cerveteri, Civitavecchia, Fiumicino, Ladispoli, Manziana, Oriolo Romano, Roma, Santa Marinella, Tolfa, Trevignano Romano, Vejano, Vetralla e Viterbo.

In macchina

In macchina si può arrivare a Bracciano attraverso la via Braccianese Claudia SS493 sia da venendo da Roma che da Viterbo, oppure attraverso Via Settevene Palo che collega il paese al mare.

In Aereo

Con l’aereo si atterra a Fiumicino Aeroporto e poi si può arrivare a Bracciano in Taxi o con uno o più dei precedenti mezzi di trasporto.

La Storia di Bracciano

Il nome Bracciano deriva dal modo in cui nel medioevo veniva chiamato il paese: “Brachianum” dal latino “Brachium” significa “braccio” ; infatti lo stemma che rappresenta oggi il paese è proprio un braccio con in mano il simbolo degli Orsini, ovvero una rosa rossa.

Il paese, che all’epoca era solamente un insieme di terre, passò sotto il controllo della famiglia Orsini verso l’inizio del 1400 dai Prefetti di Vico.

Il Castello

Nel 1470 Napoleone Orsini diede inizio ai lavori di costruzione del castello, che sorgeva come ampliamento di una rocca sempre sopra la collina braccianese costruita dai vecchi proprietari. La costruzione del castello terminò sotto la signoria di Gentil Virginio Orsini, epoca nella quale il paese divenne anche il maggiore feudo nello Stato Pontificio.

Dentro le mura del castello nelle case medievali del centro storico odilagerno abitava una gran parte dei cittadini, che stando all’interno delle mura era protetta dagli assalti esterni. Il Castello nel tempo è stato anche luogo di numerosi eventi mondani ed ha ospitato importanti artisti diventando un centro culturale nella zona.

Il paese venne attaccato dallo Stato Pontificio nel 1496 per questioni politiche e per difendersi la famiglia Orsini diede il via alla costruzione di un’altra rete di fortificazioni, fu in questo periodo che venne costruito il Bastione della Sentinella; con il nuovo sistema difensivo la resistenza di Bracciano durò interi mesi e poi in seguito le truppe degli Orsini riuscirono a sconfiggere quelle papali a Soriano.

La famiglia Odescalchi

Paolo Giordano I Orsini nel 1560 sposò Isabella De Medici, la figlia del Granduca di Firenze e fece costruire il primo acquedotto ed alcune attività industriali nel paese. Il loro figlio, Virginio II Orsini ebbe 11 figli ed è proprio in questo periodo che, a causa della sistemazione della prole, la famiglia cominciò ad avere i primi dissesti economici che si conclusero nel 1696, quando Flavio Orsini per sopperire ai debiti dovette vendere il ducato di Bracciano alla famiglia Odescalchi.

La famiglia Odescalchi regnò sul feudo di Bracciano fino al 1803, anno in cui dovette cederlo al Marchese Torlonia per problemi finanziari con la possibilità di ricomprarlo, il patto “jus redimendi”.

Nel 1484 Livio III della famiglia Odescalchi ricompra il feudo e tutt’oggi è ancora proprietaria del Castello.

Cosa Vedere a Bracciano e Dintorni

Attrattiva principale della città è l’affascinante Lago di Bracciano, famoso per la sua storia e per appartenere al Parco regionale di Bracciano e Martignano.

Una parte centrale dove risiede anche il centro storico del paese e che arriva fino al Lungolago Argenti e varie frazioni esterne tra le quali:

  • Bracciano Nuova, costruita come zona residenziale e conosciuta anche come Bracciano 2, è qui che ha sede il Centro Commerciale di Bracciano,
  • Pisciarelli (nord-ovest),
  • Vigna di Valle (Sud-Est) dove è presente il Museo Storico dell’Aeronautica Militare Italiana,
  • Castel Giuliano (Sud-Ovest) dove è presente il Palazzo Patrizi e le Cascate di Castel Giuliano.