testo nell'header

Piazza Tittoni



Nucleo e fulcro della cittadina, Piazza Tittoni è il principale centro della vita di Manziana. Su piazza Tittoni si affacciano principalmente due edifici, Palazzo Tittoni e la Chiesa di S. Giovanni Battista, entrambe di fine 500. Al centro della piazza è collocata una fontana quadrilobata da attribuire a De Nonni, detto Mascherino, allievo del Vignola.

Come arrivare

Palazzo Tittoni si trova nel centro della città di Manziana, nei pressi della stazione dello stesso Comune.

Un po’ di storia

Palazzo Tittoni è ancora oggi la residenza storica più importante del paese. Al suo interno conserva i resti della Rocca di Santa Pupa, il castello fatto costruire intorno al 1200 dai Prefetti di Vico. Nel 1290 il castello fu venduto all’ Arcispedale di Santo Spirito e divenne residenza del vicario, qui veniva amministrata la giustizia e si riuniva il Consiglio degli “Huomini Capannari della Mantiana”.

Subì sucessivamente un periodo di decadenza fin quando il Mascherino venne inviato a Manziana per un sopralluogo per la realizzazione del Palazzo Baronale. Conforme agli intenti, il palazzo venne concepito come sede estiva del Barone e nello stesso tempo centro dell’azienda agricola e cuore della giurisdizione feudale. I lavori furono avviati ai primi del 1590.

Il Palazzo , sobrio ed armonioso, tipico del periodo di fine cinquecento, risente dell’influenza della scuola del Vignola.

Al suo interno conserva due torrioni a pianta quadrata dell’antico castello. Nell’’800 il palazzo passò alla famiglia Tittoni,  il cui massimo esponente Tommaso (1855-1931) fu uomo politico, più volte ministro degli esteri con Giolitti e poi presidente dell’Accademia d’Italia. All’interno del Palazzo è presente un bellissimo giardino con numerosi esemplari esotici vetusti, sullo stipite di una palma sono presenti numerosi fori da proiettili di arma da fuoco, testimonianza della presenza dei tedeschi.

Le strutture nei dintorni

La fontana del Mascherino è costruita in pietra manziana e venne ultimata solo nel 1733. I semicerchi posti a est e ad ovest sorreggono due conchiglie aperte da cui sgorga l’acqua tramite cannelle. Al centro, uno zoccolo ed una colonnetta sollevano la tazza da cui zampilla il getto d’acqua principale..

La chiesa di San Giovanni Battista, invece, venne ultimata nel 1575, mentre stava nascendo il nuovo borgo. E’ provvista di una pianta a croce latina ad una navata, coperta da una volta a botte. Dietro l’altare maggiore si apre la nicchia che custodisce l’antica statua lignea di San Giovanni Battista, protettore del paese. Sulla volta sono affrescati alcuni episodi della vita del Santo, realizzati da Angelo Cordelli nel 1944.

Il lato sud della piazza, infine, offre un panorama mozzafiato su tutta la terra circostante il lago di Bracciano.

Dove Dormire vicino Piazza Tittoni

Dove Mangiare vicino Piazza Tittoni