Terme di Stigliano



Le Terme di Stigliano sono situate lungo il corso della Lenta, un tributario del fiume Mignone, in una posizione areata e boscosa tra le colline di Canale e Tolfa.

Un po’ di storia

I Bagni di Stigliano erano considerati un luogo di sosta sia per gli Etruschi, che vi svilupparono un centro abitato e un tempio, ma anche per i Romani che di ritorno dalle campagne militari si fermavano per riposarsi. I Romani valorizzarono la zona edificando una struttura termale che divenne nota con il nome di Aquae Apollinares Veteres, poiché sia il tempio etrusco che le terme vennero dedicate al culto di Apollo, dio guaritore. Sebbene la zona fu abbandonata temporaneamente a causa delle invasioni barbariche, non si spopolò mai completamente, così come non furono mai dimenticate le Terme; sul finire del ‘700, la famiglia Altieri, che curò lo sviluppo dell’intero territorio, fece costruire un ampio albergo e strutture di accoglienza.

Durante la seconda Guerra Mondiale, l’albergo ed il complesso termale furono occupati e devastati dalle forze tedesche, e solo nel 1949 furono riaperte al pubblico e dieci anni dopo venne inaugurato il nuovo stabilimento. Oggi, dopo un’accurata ristrutturazione le terme offrono un ambiente elegante e raffinato in sintonia con la grandezza del passato e con i comfort del nostro tempo.

Il verde intorno

Le Terme sono circondate da un parco che rappresenta un’autentica oasi a soli 50 minuti dalla frenetica Roma e che fa parte del circuito Grandi Giardini Italiani. La presenza delle acque termali che scorrono in profondità ha reso la flora di Stigliano straordinariamente esuberante. L’eccezionale microclima arricchisce la flora tipica del Lazio di specie endemiche, esclusive di questo parco, che esibiscono fioriture spontanee diverse in ogni stagione. Il parco di venti ettari si snoda lungo un itinerario magico tracciato dai percorsi dell’onnipresente acqua. Aceri, querce centenarie, lecci, roveri, noccioli, tamerici e bambù giganti si associano alla predominante distesa di pini romani. Nel sofisticato gioco di profumi e colori di questo spazio anche la fauna del parco presenta una straordinaria diversificazione: aironi, falchi, civette, istrici, tassi, volpi, donnole e faine ne sono ospiti assidui.

Il parco termale

Il Parco Termale è il modo migliore per godersi la natura e le rilassanti acque termali durante la bella stagione. Lo Spa termale di Stigliano è denominato da sempre “Il Bagnarello” ed è stato concepito per un utilizzo giornaliero, lo stesso che veniva praticato nell’antichità prima dagli etruschi e poi dai romani. Sotto la struttura, vi è ancora oggi la grotta sudatoria, risalente alla Roma imperiale dove è possibile sentire l’acqua sgorgare direttamente dalla fonte. Il Bagnarello è una struttura a sé, con singoli accessi sia alla piscina che allo Spa termale. Vicinissima alla struttura, vi è il Grand Hotel delle Terme, costruito nel ‘700 su resti di templi romani.

Le nove fonti presenti, ognuna con differenti temperature dai 30°C a 58°C gradi circa, permettono la presenza di 600 metri quadri di specchi d’acqua con getti cervicali, idromassaggi, nuoto controcorrente e in più una grande piscina oligominerale; il tutto in uno scenario naturale ricco di verde. Le fonti termali di Stigliano sono legate al fenomeno vulcanico sabatino, esse vengono utilizzate prevalentemente per bagni, fanghi (preparati artigianalmente mescolando le acque all’argilla silicea del luogo), docce, inalazioni ed aerosol, con benefici nei casi di affezioni reumatiche, malattie della pelle e dell’apparato respiratorio e nell’obesità. Un’altra acqua, denominata “Fonte di Bellezza” di natura risulta molto efficace per le cure estetiche della pelle. Una particolarità dell’impianto è rappresentata dalla presenza delle “stufe”, ovvero di grotte nelle quali è possibile sfruttare le proprietà benefiche delle acque termali sotto forma di vapore che si alza da sorgenti di acque ad altissime temperature.

Come arrivare

Per raggiungere lo splendido complesso termale dalla città di Manziana è necessario percorrere la strada provinciale 3a fino alle terme stesse.

Dove Mangiare vicino Terme di Stigliano