Trevignano

Trevignano Romano è un affascinante borgo che nasce sulle rive del lago di Bracciano, nella zona dei monti Sabatini.

Come arrivare a Trevignano Romano

In Macchina

Per arrivare a Trevignano in macchina si può percorrere il Grande Raccordo Anulare e  prendere l’uscita Cassia Bis direzione Viterbo da percorrere fino all’uscita per Cesano. In seguito svoltare a destra sulla via Anguillarese. Arrivati alla città di Anguillara seguire le indicazioni per Trevignano Romano.

In Autobus

Esiste inoltre la linea Cotral che collega Trevignano alle varie cittadine intorno al lago come Bracciano e Anguillara.

La storia di Trevignano Romano

La storia di questa città è ancora oggi incerta. Nella bandiera della città sono rappresentate tre viti che potrebbero confondere sulla nascita del nome di questa città, poiché non deriva da “tre viti”.

Varie fonti identificano la nascita del nome del paese nella parola  “Trebonianum“, nome di un antico fondo situato nella zona di cui si hanno prove sicure dell’esistenza, e che nel linguaggio umbro significa “luogo abitato”. La storia della nascita di Trevignano, come abbiamo detto, resta comunque vaga.

Alcuni studiosi ne identificano il primo popolamento dopo la distruzione della famosa città Sabazia, i cui resti dovrebbero essere presenti tra le acque del lago. Grazie all’ottimo clima e alla ricca fauna, infatti, la città fu la prima ad essere nuovamente popolata, probabilmente durante l’età di bronzo, come dimostrato dal ritrovamento di numerosi utensili e di resti di un villaggio palafitticolo nella vicina Vicarello.

Quando questa comunità primitiva giunse al termine, Trevignano iniziò ad essere popolata dalle società organizzate degli Etruschi. Infatti molti resti a testimonianza del loro passaggio sono stati raccolti nel Museo civico locale.

Tuttavia il declino degli etruschi segnò il passaggio della città nelle mani dei romani. La successiva caduta di questo popolo gettò Trevignano nel caos di ondate barbariche, che lo resero un borgo feudale con al centro una fortezza, oggi la Rocca di Trevignano. Così la città poté assumere una grande importanza militare e soprattutto, trovandosi in una posizione strategica, aveva un’ottima visuale su una delle più importanti vie di comunicazione romana, ovvero il tragitto tra la via Cassia e Tolfa.

Dal 1400

Per molto tempo Trevignano passò nelle mani di numerosi feudatari, fino all’arrivo degli Orsini. Tuttavia il loro potere su di essa non durò molto poiché successivamente arrivò Giovanni De Vico che, approfittando di un conflitto tra gli Orsini ed un’altra famiglia dell’epoca, ne divenne il signore. Nel 1425 tornò sotto il domino degli Orsini ed ebbe un lungo periodo di pace.

Alla fine del ‘400 la città divenne interesse anche dei Borgia che provarono più volte ad impadronirsi della città. Il dominio degli Orsini tornò comunque ad essere incontestato fino alla distruzione della fortezza principale. La rocca venne infatti smantellata e la città perse la sua rilevanza militare. Gli Orsini continuarono a governare ma una pessima amministrazione li riempì di debiti e furono costretti a vendere il terreno al Barone del Grillo ed in questo periodo si colloca il momento di maggior costruzione di edifici ancora oggi presenti.

Con la rivoluzione francese, tuttavia, Trevignano passò nelle mani della famiglia Conti Cosimo, al quale il popolo si ribellò. Le ultime notizie sono del dominio del principe Del Drago che continuò a sfruttare la gente del posto.

Nel 1874 Trevignano cambia denominazione in Trevignano Romano.

Oggi Trevignano è considerata una meravigliosa e tranquilla cittadina che si affaccia sul lago di Bracciano e offre la possibilità di percorrere in bicicletta o a piedi il lungolago che raggiunge molti piacevoli locali dove è possibile rilassarsi con una splendida vista lacustre.

Le bellezze di Trevignano Romano

La città di Trevignano Romano si affaccia sullo splendido Lago di Bracciano. Potrete ammirare il complesso di Rocca romana , all’ingresso della città. E’ un affascinante borgo che si affaccia direttamente sul lago la cui storia è tutt’oggi ancora incerta. L’affascinante storia della città continua anche nel vicino borgo di Vicarello, posizionato all’interno del parco naturale regionale di Bracciano e Martignano. Questo borgo nasce sulle rovine di una villa romana dell’epoca di Domiziano e di trova vicino ad una sorgente che fornisce acqua ipertermale.